Escursione al Rifugio Antelao – 10 Gennaio 2016

Data evento:

Ritrovo e Partenza:Park Foro Boario ore 7,00

 

COMITIVA “unica”

Inizio escursione : Località Pozzale (1040m) Rifugio Antelao (1796 mt) Discesa Pozzale (1040m)

Dislivello: 700 mt.

Rifugio Antelao[1]

 

Descrizione

Partenza da: Partenza da: Pozzale (strada militare del Tranego). Seguire la lunga e panoramica strada militare fino al Tranego, scendere poi a forc. Antracisa e in 20 min. raggiungere il rifugio. Parcheggio: zona cimitero oppure in cima al paese. Quota: 1040m. Sviluppo e tempo: 9km – 3 ore. Dislivello-versante: 900m – Sud/Est. Arrivo: Rifugio Antelao. Quota: 1796m. SentieroCAI 252-250. Variante: Antelao-forcella Antracisa-Prapiccolo-Pozzale. Da forc. Antracisa nei pressi del ricovero del CAI Pieve scendere per sentiero proprio dietro il ricovero fino al Rifugio Prapiccolo (chiuso) e Pozzale. Tempo: 2 ore. Sentiero CAI 250.

 

Il rifugio Antelao

Situato a 1796 metri, in località Sella di Pradonego, nel comune di Pieve di Cadore (Belluno), l’edificio,  dopo recenti lavori di ristrutturazione e ampliamento, costituisce una meraviglioso punto di passaggio tra il Cadore, sul quale si affaccia come un balcone naturale, e la Val Boite.
Di proprietá del CAI di Treviso, il Rifugio Antelao fu voluto e costruito nel 1948 dalla scrittrice e alpinista Alma Bevilacqua (più conosciuta con lo pseudonimo di Giovanna Zangrandi) per valorizzare una zona dolomitica poco nota, da lei apprezzata ed amata durante la lotta partigiana.

Prende il nome dal monte Antelao (Nantelòu in dialetto Cadorino), detto anche il Re delle Dolomiti, è la seconda cima delle Dolomiti, con i suoi 3 264 m. È la prima per il rapporto tra altezza e sviluppo orizzontale dello zoccolo che non supera i quattro chilometri di diametro ed è parte di uno dei principali gruppi delle Dolomitibellunesi.

 

Scarica Locandina Rif. Antelao 10.01.2016

Categoria: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *