Alta Via del Tabacco – 3° tappa

Data evento: 09/04/2017

Abbiamo iniziato tre anni fa con la terza tappa dell’alta via del tabacco, lo scorso anno con la seconda e ora concludiamo con la prima tappa. Saliamo sopra all’abitato di Campolongo. Giunti ad una strada bianca, la si abbandona al tornante, incontrando subito dopo una prima mulattiera, più avanti una seconda (sentiero n.765), infine un’altra strada bianca. Risalendola fino al successivo tornante, si prende poi il sentiero che si inerpica fino ad una casa abbandonata. Ancora saliscendi in quota che conducono sopra l’abitato di Campese. Incrociato il sentiero n.763, lo si risale per lasciarlo subito dopo, continuando fino alla strada forestale che taglia tutto il versante fino al paesetto nascosto di Caluga. Dal bivio, in centro al paese, si prende la strada a sinistra (Vallison) continuando in direzione dell’eremo di San Bovo. Si torna per la mulattiera di accesso alla chiesetta, al bivio seguente, per scendere il sentiero che porta alle case di Sarson. Superate queste (dopo il semaforo, a sinistra), il sentiero scende fino alla riva del Brenta, che segue per un lungo tratto, lasciandola solo per portarsi accanto a Villa Cà Michiel. A questo punto si ritorna alla strada asfaltata (via Fontanelle), che va seguita verso sud fino all’incrocio con la strada provinciale. Una stradina riconduce al Brenta, costeggiabile da qui fino al Ponte Vecchio di Bassano del Grappa.

Ambiente

L’Alta Via del Tabacco è un percorso creato collegando mulattiere e sentieri già esistenti utilizzati dagli abitanti del Canal di Brenta per collegare da Bassano gli insediamenti a mezza costa fino alla contrada di Costa, con funzione di vicinato, per andare a legna o fieno e per le normali relazioni tra famiglie. Molti di questi luoghi e di questi sentieri videro l’epopea settecentesca e ottocentesca dei contrabbandieri di tabacco e le rincorse dei finanzieri. L’alta via si svolge toccando molti terrazzi di “masière” (muretti a secco, dal latino ‘maceria’) un tempo adibite a coltivazione del tabacco. Ora c’è un progetto che propone di studiare, recuperare, valorizzare e far conoscere i segni dell’uomo organizzandoli nel “Museo Diffuso dell’Alta Via del Tabacco”.

Ritrovo

Parcheggio Foro Boario alle ore 7:00. Rientro a Treviso alle ore 19:00

Quote

Soci: € 16,00

NON Soci: € 24,00 comprensiva di assicurazione

Responsabili

Ase Basso Sabrina e Ase Rizzardi Gianluca

Presentazione uscita

Gli accompagnatori presenteranno l’escursione presso la sede del CAI (Fondazione Mazzotti) in via Angelo Marchesan n.11/A – Treviso

Mercoledì 5 Aprile 2017

Scarica la locandina

 

 

 

Categoria: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *