Editoriale n.4 di Monica Tasca

Data evento:

Cari soci e socie,
eccoci quasi alla fine di questo anno trascorso veloce, tra i ritmi incalzanti del quotidiano e i momenti di quiete che ci fanno assaporare la bellezza di essere uomini, con le emozioni che ci colorano l’anima e i pensieri che lasciano spaziare nell’infinito della nostra mente.
Spesso questi momenti intimi, di riflessione libera, si snodano tra i sentieri che ci portano alla cima, esenti alla fretta, con la Natura come quadro rigenerante che ci innalza con la sua bellezza e ci riporta alla realtà con la sua fatica.
Con il nuovo anno si rinnova anche la consuetudine del tesseramento.
Il 2018 ci porta in Sezione per ribadire il sodalizio di ogni Socio con il Club Alpino Italiano e magari, per accompagnare un amico a cui proporre di vivere l’esperienza delle belle montagne insieme al CAI.

Una grande novità da quest’anno il Tesseramento per il 2018 inizia a dicembre, infatti la prima data utile per rinnovare e tesserarsi sarà il 06 Dicembre 2017.

Quale miglior Regalo che una tessera del Club Alpino Italiano?
Il valore aggiunto di regalare un’OPPORTUNITÀ…
OPPORTUNITÀ di andare in montagna assieme a persone preparate.
OPPORTUNITÀ di scegliere di partecipare ai nostri corsi.
OPPORTUNITÀ di ciaspolare, di andare in bici tra i boschi e non, di sciare, di fare escursionismo, di conoscere la natura, di fare gruppo per chiacchierare con nuovi amici.
OPPORTUNITÀ di andare in montagna 12 mesi all’anno e tanto altro.

Assieme al tesseramento troverete anche le nuove, bellissime magliette tecniche della Sezione di Treviso, per sentirsi ancora di più parte della famiglia, orgogliosi di esserci e le bandane che sono davvero un gadget divertente e utile in ogni escursione.
Insomma Club a 360°

Un richiamo importante, parlando di tesseramento, va in automatico alla questione
ASSICURAZIONI.
Assicurarsi per sé e per i propri cari.
Assicurarsi come attenzione verso sé stessi e come segno di amore verso chi ci è vicino ogni giorno.

Il tesseramento automaticamente ci assicura il prezioso Soccorso Alpino, SEMPRE, in qualsiasi uscita personale o sezionale, ma l’assicurarsi anche dopo il soccorso è importante.
Naturalmente l’andare in montagna deve presupporre attenzione ai pericoli oggettivi, limitare i pericoli soggettivi e valutare la gestione del rischio come ottimizzazione Rischio/Beneficio.

Il rischio in montagna non è azzerabile ma non è da demonizzare, bisogna saperlo valutare ed essere consapevoli della sua esistenza.
La sicurezza tenderebbe ad azzerare il rischio il più possibile, la sicurezza ci suggerisce di eliminare il rischio, ma noi vogliamo andare in montagna e vogliamo gestire il rischio.
Gestire significa che se decido di fare una via molto impegnativa devo essere cosciente che un rischio lo sto assumendo, ma lo assumo perché ne avrò una soddisfazione, un beneficio che ripagherà la mia scelta.
Quindi in montagna, che scelga il sentiero escursionistico o la via dei SudTirolesi sull’Agner di Holzer-Messner, devo essere consapevole del rischio.

Il CAI offre a TUTTI i SOCI l’opportunità di coprirsi in attività personale con un’assicurazione assolutamente importante, con meno di 0,25 cent al giorno per la combinazione A.
90 euro l’anno per la combinazione A
180 euro l’anno per la combinazione B
Senza limiti di difficoltà.

Quanto costa la tranquillità?
Quanto costa la cura di sé stessi?
Quanto costa il pensiero ai propri cari?
IL PENSARCI DOPO NON SI PUÒ, È TROPPO TARDI, L’ASSICURAZIONE È PREVENZIONE, È GESTIONE DEL RISCHIO.

Cari Soci, il gruppo tesseramento vi aspetta con un sorriso per una nuovo anno di montagna insieme.

Buona Montagna,
Monica Tasca
Presidente della Sezione di Treviso del Club Alpino Italiano

Categoria: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *