La Via Francigena

Data evento: Dal 26/04/2018 all'01/05/2018

Mille sarebbero i chilometri da percorrere in territorio italiano della Antica Via Francigena, dal Passo del Gran San Bernardo a Roma. Sentieri di montagna, mulattiere di pietra, vie campestri, strade bianche tra i cipressi, oppure ombreggiate da solenni pini domestici. Ufficialmente le tappe italiane sono infatti ben 45.
Il percorso della Via Francigena è sicuro, ben segnalato e privo di grosse difficoltà tecniche; molte e varie sono le possibilità di alloggio e ristoro lungo tutto il percorso.
Proponiamo per questa prima “avventura” cinque bellissime tappe in territorio toscano.

Prima tappa: San Miniato – Gambassi Terme
Da San Miniato imbocchiamo un percorso di straordinaria bellezza lungo i crinali collinari della Val d’Elsa. Sul percorso del Vescovo Sigerico incontriamo due Submansiones: la Pieve di Coiano e la Pieve a Chianni, nella cui canonica è stato ricavato un bellissimo ostello.
Seconda tappa: Gambassi Terme – San Giminiano
Una breve tappa di trasferimento, comunque interessante per la bellezza dei panorami che circondano la Via Francigena. Visiteremo il Santuario di Pancole, prima di risalire verso il caratteristico abitato di Collemucioli e da qui all’incantevole Pieve di Cellole. Raggiungere San Gimignano a piedi, verso sera regala una emozione inedita.
Terza tappa: San Giminiano – Monteriggioni
Una delle tappe più belle della Via Francigena. Usciti da S. Gimignano, dopo un tratto in saliscendi, si arriva ad una delle tappe del Vescovo Sigerico, ancora non localizzata con esattezza: Molino d’Aiano. Si prosegue verso Badia a Coneo, Gracciano e poi a Strove, con la bella Pieve Romanica.
Si transiterà poi per lo splendido complesso di Abbadia a Isola prima di raggiungere Monteriggioni, con la sua inconfondibile corona di torri.
Quarta tappa: Monteriggioni – Siena
Lasciato alle spalle il centro storico di Monteriggioni, si percorrono le strade bianche della montagnola senese verso Cerbaia, antico borgo medievale oggi in stato di abbandono. Attraverseremo la boscaglia fino ai castelli della Chiocciola e di Villa, prima di scendere nell’alveo bonificato di Pian del Lago. Dopo un tratto su asfalto una breve deviazione ci condurrà ad un luogo molto interessante: il meraviglioso Eremo di San Leonardo al Lago; visitabile ogni giorno, suonando il campanello; frate Luca ci accompagnerà ad ammirare la chiesa e gli affreschi. Poi ancora il bosco dei Renai e arrivare a Porta Camollia, tradizionale accesso francigeno a Siena.
Quinta tappa: Siena-Ponte d’Arbia
Con una bella giornata di sole, questa tappa diventa indimenticabile grazie ai panorami sconfinati che si godono dai crinali della Val d’Arbia, percorsi lungo interminabili strade bianche. Dietro di noi il profilo di Siena, adagiata sulle colline all’orizzonte.
La Grancia di Cuna, antico granaio fortificato, è la principale attrattiva storica di questo tratto.

TappaDaALughezza kmDifficoltà
1AltopascioPonte a Cappiano15Facile
2Ponte a Cappiano - San MiniatoPieve di S. Maria a Chianni26Media ++
3Pieve di S. Maria a ChianniGambassi Terme - Ulignano18.5Facile +
4Ulignano - San GiminianoColle val d’Elsa31Impegnativa
5Colle val d’Elsa - MonteriggioniSiena35Impegnativa +
6SienaRientro

Proponente e Capo-gita: Fanton Ubaldo tel.348 7001140
Partecipanti max 15

Preiscrizione entro fine gennaio 2018 con versamento acconto.

Scarica locandina (pdf)

Categoria: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.