Traversata Andraz – M. Pore – Passo Giau

Data evento: 07/10/2018

Gruppo: Alto Agordino – Fodom

Ambiente medio alpino all’inizio dell’escursione. Poi la quota si fa sentire e i caratteri diventano sub-alpini. L’iniziale fitto bosco di pecci si dirada e l’essenza prevalente ovviamente è il larice, poi la vegetazione a basso fusto ed infine le praterie sommitali ricche di rododendri, ginepri e vere “mirtillaie”. Le rocce sono in prevalenza dolomia principale con infiltrazioni locali di altro tipo.

Percorso Comune: Attraversata in quota da ovest verso est, dall’alta val d’Andraz all’alta valle di Codalongia. Grandi panorami verso il Sella, Marmolada, Cernera, Pale di San Martino, Formin, Averau e Nuvolau, Civetta… Il tutto accompagnato dai primi colori autunnali. Partenza dalla località La Mierla (1804), sulla statale che porta a Passo Falzarego. Ci inoltriamo nel bosco misto di pecci, larici e cembriverso la Montagna di Andraz. La salita è ora costante, grazie alla vecchia stradina militare. Si sale per larga e panoramica cresta del Pre da Pontinche ci porta direttamente all’ampio altopiano di Fedare. Percorriamo la lunga cresta dei Melei e saliamo sempre di cresta verso il M. Pore (2405). Panorama a 360°, da gustare! Ritorniamo ora sui nostri passi fino alla sella di Fedare, da qui prendiamo il sentiero che costeggia la parete sud dell’Averau e passando sotto alle pareti sud-ovest del Nuvolau, percorriamo il panoramico sentiero che ci porta alla conclusione della giornata al passo Giau.

ComitivaA
DifficoltàE
Dislivello salita m800
Dislivello discesa m450
Tempo di percorrenza8 ore
EquipaggiamentoEscursionismo
ResponsabileAE Claudio Pellin
Presentazione in sede28 agosto

Categoria: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *