Anello delle Malghe di Porzùs

Data evento: 22/04/2018

Gruppo: Prealpi Carniche
Meta: Malghe di Porzùs

Il 7 febbraio 1945 un centinaio di gappisti garibaldini, comandati dal “Giacca” (prima della resistenza già condannato per reati comuni), raggiungono le malghe di Porzûs poco distanti dall’abitato di Canebola in comune di Faedis, dove risiedono 17 osovani comandati dal capitano De Gregori (“Bolla”) e da Valente (“Enea”). Essi immediatamente fucilano, senza ragione né giudizio, per le colpe che attribuivano loro di “intelligenza col nemico”, i due comandanti e una donna, la Turchetti, indicata spia da Radio Londra. Nei giorni successivi fucilano, nel Bosco Romagno, vicino a Cividale del Friuli, anche gli altri osovani, meno due. Tra loro il partigiano osovano (“Ermes”) Guido Pasolini, fratello del famoso poeta Pier Paolo. Un fatto tremendo che segna il punto più disastroso a cui giunge in queste terre la dilacerazione fra guerre partigiane.

Percorso com. A: Canal di Grivò – Gradischiutta – Clap – Malghe di Porzùs – Bocchetta S. Antonio – Canebola – Stremiz – Canal di Grivò

Comitiva"A"
DifficoltàE
Dislivello salita/discesa m740
Lunghezza / Tempo di percor.13 km / 5 ore
EquipaggiamentoEscursionismo
ResponsabileGiancarlo Cesarino
Aiuto ResponsabileMauro Bettiol
Presentazione in sede18 aprile

Categoria: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *